Quale Monitor?

Che monitor acquistare?

Non esiste il monitor perfetto per ogni esigenza, però se sai già con cosa lo utilizzerai allora la scelta sarà per te molto più semplice.
Vediamo alcune caratteristiche dei vari monitor:
I pannelli LCD possono essere di tre tipologie:
TN (Twisted Nematic), IPS (In Plane Switching) oppure VA (Vertical Alignment). I modelli TN sono quelli più diffusi ed economici con un basso tempo di risposta.

Pannelli LCD tecnologia

Pannelli con tecnologia IPS riproducono un numero più elevato di colori con un maggiore angolo di visione una migliore riproduzione del colore, ma hanno un prezzo più elevato.
Pannelli con tecnologia TN garantiscono una luminosità più elevata rispetto ai cugini monitor IPS, inoltre con la tecnologia TN riescono ad arrivare ad 1 ms (IPS 5 ms) sul tempo di risposta e un refresh sino a 144 Hz, ottimi per il gaming.

Differenze monitor IPS TN
Angolo di visione di un monitor TN a sinistra ed un monitor IPS a destra

Infine con la tipologia VA, che si suddivide in MVA e PVA, sono stati realizzati dei pannelli che integrano i pregi dei TN ed IPS. Anche se questi modelli offrono un buon angolo di visione e neri migliori, hanno il difetto di avere un elevato tempo di risposta. Ciò può causare il cosiddetto effetto scia, detto anche ghosting o effetto fantasma, davvero molto fastidioso e non adatto ai videogames.

Tecnologia  V-Sync

La tecnologia c V-sync è molto utile se lo schermo che stai cercando è indirizzato un un utilizzo per gaming, in quanto elimina lo screen tearing, ovvero riduce al minimo le imperfezioni e i ritardi di visualizzazione , rendendola fluida e senza piccole interruzioni.

Effetto Ghosting

L’effetto ghosting, detto anche “effetto scia”, si verifica quando i tempi di risposta di un monitor sono troppo alti ed i pixel non riescono a cambiare il colore abbastanza velocemente. riusltando un’immagine offuscata degli oggetti in movimento.

La dimensione di uno schermo si misura in pollici, ed indica la lunghezza della diagonale. Devi valutare anche il rapporto d’aspetto del display, ovvero il rapporto matematico tra larghezza ed altezza dello schermo. Esistono monitor con rapporto 16:10, 16:9, tra i più diffusi, oppure anche 21:9.


Formato Display

La risoluzione determina anche la qualità dell’immagine, quindi è importante sceglierla nel modo corretto. Essa rappresenta il numero di pixel che compone l’immagine. Viene espressa specificando il numero dei pixel orizzontali per il numero di pixel verticali. Per esempio 1920 x 1080 significa che ci sono 1920 pixel orizzontali e 1080 pixel verticali.

Oltre al HD e FULL HD esistono anche formati come 2K e 4K.


2K 4K

Più amumenti la risoluzione e più avrai bisogno di una scheda video che possa gestirla al meglio.

Un ulteriore occhio di riguardo, lo terrei anche per i cavi per monitor PC, poiché la qualità è dovuta anche alla tipologia di cavo che si utilizza. Io preferisco usare il cavo HDMI.

Esistono anche monitor curvi, adatti al gaming in 2K con tecnologie Tn per avere tempi di risposta più bassi.


Monitor

A questo punto dovresti aver finalmente capito come scegliere un monitor per il tuo PC.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*